Home » Come diventare controllore di volo o del traffico aereo

Come diventare controllore di volo o del traffico aereo

Oltre ai più noti pilota e hostess di volo, un’altra figura professionale importante (fondamentale!) nel mondo dell’aviazione e degli aerei è il controllore di volo o del traffico aereo. Al contrario dei suoi colleghi, però, lui tiene i piedi ben saldi a terra (più o meno…), e da lì si assicura che tutto vada per il verso giusto. Per diventare controllore di volo, avrai bisogno di:

  • Diploma di scuola superiore
  • Età compresa tra 18 e 30 anni 
  • Alcune qualità personali 
  • Un corso di formazione 

Ma non perdiamoci in chiacchiere e cerchiamo di scoprire tutto su questa specie di vigile urbano del cielo: chi è, cosa fa, che requisiti servono e quanto guadagna un controllore di volo

Chi è il controllore di volo

Il controllore di volo, anche detto controllore del traffico aereo, è una figura specializzata è fondamentale per l’aviazione perché garantisce la sicurezza. Gestisce i velivoli all’interno degli aeroporti o negli spazi aerei nazionali, così da regolare un corretto flusso del traffico aereo. 

In pratica, si assicura che non accadano incidenti tra aeroplani e che tutti possano arrivare a destinazione sani e salvi. 

Per l’attenzione che mette in atto nel suo lavoro, viene chiamato anche uomo radar. 

Potrebbe interessarti anche: come diventare astronauta 

Mansioni: cosa fa un controllore di volo

Per garantire la sicurezza di tutti, cosa fa il controllore di volo? Svolge alcune importantissime mansioni:

  • Controlla e dirige il traffico aereo, proprio come un vigile urbano. Solo che lo fa dalla sua torre di controllo, non in mezzo al cielo. Non ha mica le ali!
  • Fornisce informazioni ai piloti sulla sicurezza e sul tempo atmosferico, perciò il suo migliore amico sarà il meteorologo!
  • Accompagna i piloti durante le fasi di decollo e di atterraggio. Il contatto con il pilota è continuo e indispensabile in ogni momento, ma soprattutto durante la partenza e l’arrivo.
  • Autorizza i voli: se si può partire lo decidi tu, se vuoi diventare controllore di volo. Il potere è nelle tue mani!
  • Gestisce le emergenze. Se le cose si mettono male, sarà tuo compito attivare i servizi di allarme o far arrivare i soccorsi, come la Protezione Civile o i vigili del fuoco.

Come diventare controllore di volo: corso e requisiti

Okay, dopo aver visto che compiti ti aspettano stai ancora leggendo, quindi evidentemente la cosa ti interessa! Bene, come diventare controllore di volo? Molto semplicemente dovrai frequentare un corso di formazione!

E per farlo dovrai necessariamente possedere questi requisiti:

  • Età compresa tra i 18 e i 30 anni 
  • Diploma di scuola secondaria superiore, che se non hai puoi sempre recuperare e studiare da privatista. Io l’ho fatto, con un po’ di buona volontà è più che fattibile!
  • Ottimo stato di salute psico-fisica

Se sarai in possesso di questi tre requisiti, potrai accedere alle selezioni ENAV, Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo.

Ti lascio qui la pagina ENAV Lavora con noi.  

Corso per diventare controllore di volo

Insomma, non appena l’ENAV pubblica annunci di reclutamento, tu fa’ subito domanda, e così otterrai un colloquio

Se dal colloquio verrai ritenuto idoneo, ti dovrai sottoporre ad accertamenti medico-sanitari presso uno degli istituti di medicina certificati dall’ENAC, Ente nazionale di Aviazione Civile. 

Infine se vieni scelto anche dopo gli accertamenti entri nell’Academy ENAV di Forlì, in cui frequenterai il corso per diventare controllore di volo che è così strutturato:

  • Prima fase. Dura 14 mesi ed è incentrata sulla formazione tecnico-pratico per l’acquisizione delle competenze. Alcune delle cose che studierai? Meccanica del volo, attività legate alla meteorologia aeronautica, come avviene il funzionamento degli aeromobili, controllo del traffico aereo. 
  • Seconda fase. Dura 4 mesi ed è un vero e proprio addestramento sul campo, che si svolge nelle torri di controllo o negli ACC, centri di controllo d’area. 

Alla fine dovrai fare un esame: se lo passi, ottieni la licenza di controllore di volo o del traffico aereo! E se questo è il tuo sogno, sicuramente ce la farai. 

Tipi di controllore del traffico aereo

diventare controllore di volo r

Ti interesserà sapere che diventare controllore di volo può voler dire svolgere tanti ruoli diversi, non è una professione unica e statica. I tipi di controllore che puoi essere sono:

  • Ground: lavori in area aeroportuale a terra
  • Delivery: no, non sei un rider Deliveroo, ma colui che autorizza la messa in moto dell’aereo e la rotta che andrà a percorrere
  • Di torre: gestisce il decollo e la prima parte di volo, o l’ultima parte di volo e l’atterraggio 
  • Radar: segue il percorso degli aerei nella fase di rotta del volo, cioè in tutta la fase centrale che non comprende decollo e atterraggio

Qualità del controllore di volo

Per poter svolgere questo lavoro veramente indispensabile per la buona riuscita dei voli, si rendono necessarie alcune qualità personali. Parliamo di:

  • Velocità di pensiero e problem solving. Se qualcosa va male, non c’è tempo di ragionare troppo: trovare una soluzione subito è l’unico modo! 
  • Capacità di mantenere la concentrazione per lungo tempo. Proprio come per quanto riguarda il controllore di bozze, solo che nel tuo caso ci sono delle vite che dipendono dalla tua concentrazione. 
  • Parlare fluentemente l’inglese. Non è un optional, un vantaggio o una cosa in più: è la base. Mettiti in pari: impara l’inglese subito con il mio metodo super efficace!
  • Capacità di collaborazione. Tutto lo staff dell’aviazione è una rete, una squadra, nessuno lavora e guarda solo per sé. Devi essere capace di comunicare e collaborare con gli altri, soprattutto con il pilota. 

Quante ore lavora un controllore del traffico aereo?

Per fare questo, dovendo mantenere la concentrazione tutto il tempo, quante ore lavora un controllore del traffico aereo? Ha degli orari di lavoro e dei turni molto ferrei:

  • Primo giorno: dalle 13 alle 20 (7 ore)
  • Secondo giorno: dalle 07 alle 13 (6 ore)
  • Terzo giorno: dalle 20 alle 07 (11 ore)
  • Due giorni di riposo. 

Durante questi turni lavorativi, inoltre, ogni 2 ore di lavoro c’è mezz’ora di pausa, per la gioia (e per la sicurezza) di tutti. 

Quanto guadagna un controllore di volo: stipendio

Per quanto riguarda lo stipendio, il controllore di volo guadagna, quando ha un’esperienza lavorativa tra i 5 e i 10 anni, tra i 60 e i 90 000€ annuali

Vale a dire 3600€ netti al mese. Netti! 

Se sei pronto ad affrontare un lavoro molto impegnativo, mentalmente stancante e che comporta un turno di notte ogni tre, diventare controllore del traffico aereo ti darà grandi soddisfazioni. Ma non scegliere un lavoro simile soltanto per lo stipendio che ti offre: non reggeresti, se non è davvero ciò che vuoi fare!

Detto questo, abbiamo terminato! Ora dovresti avere tutte le informazioni necessarie per decidere in tranquillità se diventare controllore di volo è o non è ciò che vuoi fare nel tuo futuro.

Pensaci bene e, se hai le idee molto confuse, continua a girovagare sul nostro sito: magari parti da quest’altro articolo! 

Al prossimo orientamento! 🙂

Clicca qui per tornare all’indice 

I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI PROPRIO QUI SOTTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto